Presto online le nostre nuove offerte
Ragione sociale: GIUPI 18 SRL
Sede legale: Napoli Via Genova 11
Stabilimento di produzione: TAURASI Via Sant'Angelo all'Esca Contrada Pesano
CF/P.IVA: 06959921211
Anno di costituzione: 1988
Iscritta all'Albo degli imbottigliatori della CCIAA di Avellino al n.103

Azienda


L’azienda produce vini rossi quali il Taurasi DOCG, Campi Taurasini DOC, Irpinia DOC e Campania IGT e un rosato quale il Vignarosae DOC. L’azienda produce anche vini bianchi quali il Greco DOCG, il Fiano DOCG ed il Coda di Volpe IGT Campania.
Tali vini vengono lavorati esclusivamente su vigneti di proprietà dell'azienda con un'attenta selezione delle uve, tale da conferire all'azienda una precisa identità produttiva.


I vitigni sono tutti siti nel Comune di Taurasi ad un'altezza di circa 450/480 metri sul livello del mare e precisamente nelle contrade Pesano, Pezze de Preti, Case d'Alto, Paludisi, Carazita e Piano dell'Angelo da cui il nome degli omonimi vini. Per precisa scelta infatti la cantina privilegia la vinificazione per luoghi di produzione come nel rispetto dell'antica cultura enologica.


L'azienda produce anche vini bianchi quali il Greco DOCG ed il Fiano DOCG.
Le uve bianche vengono invece acquistate dall'azienda sul mercato dopo aver però controllato e seguito accuratamente la coltivazione. Tutti i trattamenti delle uve acquistate vengono effettuati secondo le direttive dell'agronomo e degli enologi dell'azienda al fine di poter avere un prodotto raffinato ed altamente equilibrato.

Cenni storici


La Campania, nell'antichità definita "FELIX", ha sempre avuto una grande vocazione vitivinicola con vini che fin da sempre hanno allietato la vita dei suoi abitanti.
Nell'ambito di una tradizione che fa riferimento ai report delle antiche culture romane e greche spicca, nell'ambito del territorio della Campania, la Verde Irpinia, che oggi offre alla cultura enologica tre maestosi vini: il Taurasi, il Greco di Tufo, il Fiano di Avellino

A tutti e tre è stato concesso il massimo riconoscimento che la Comunità può offrire ad un grande vino: la "Denominazione di origine controllata e garantita".
Questi tre vini, però, oltre ad avere questo importante riconoscimento, trattandosi di vitigni autoctoni, hanno sicuramente una precisa identità e la massima integrazione con il territorio dell'Irpinia.
La provincia di Avellino si presenta sicuramente ricca dal punto di vista enologico e, pertanto, sta creando, un'attività di marketing territoriale per dare visibilità ad una vasta gamma di prodotti DOC e DOCG, quali i vini rossi che trovano la massima aspirazione nel Taurasi, ed i bianchi attraverso il Greco di Tufo, il Fiano di Avellino ed una serie di IGT che propongono ed offrono lustro ed immagine, in ambito mondiale, ad un territorio di grande vocazione vitivinicola.

Cenni storici


Il TAURASI prodotto dai vitigni dell'Aglianico è presente da sempre nella viticoltura campana specie se vengono confermate la sua discendenza dalle Vitis Helleniche ed il suo legame con il Falerno altro grande vino campano.

L'Aglianico di Taurasi è coltivato nella provincia di Avellino in particolare la sua denominazione parte dall'omonimo Comune di Taurasi sito collinare su cui primeggia un antico Castello feudale. Il vino aglianico è sicuramente un vino importante per il sapore, colore e forza che acquista anno dopo anno.
Le sue caratteristiche sono il colore rosso rubino carico, il profumo intenso e caratteristico, il sapore fresco, alcolico, leggermente tannico che richiede un accurato invecchiamento in legno con affinamento in bottiglia per meglio definire il carattere. La sua longevità unita alla capacità di mantenersi giovane lo rendono sicuramente, come fu definito da qualche grande esperto, il "Fratello maggiore" dei migliori vini italiani.

Cenni storici


Il FIANO di Avellino sembra avere origini molto antiche tanto che alcune ipotesi fanno derivare il nome del vitigno Fiano dalla corruzione del termine apianis che deriva da apis (ape).
La tesi più ricorrente e che infatti il vitigno Fiano sia generato dall'accostamento delle uve Apiane (epoca romana) a quelle del mercato. Tralasciando di rinvenire una certezza della sua origine si può però affermare che il Fiano di Avellino è un vino di pregio la cui origine si perde nella notte dei tempi. Il Fiano è sicuramente un vino aristocratico con un odore elegante, delicato e ricco di aroma. I commenti negli anni si sono sprecati, qualcuno scrisse che possedeva "odore elegante, sottile e continuo, sapore secco e superbo, profumo di pera che si completa e si amplia fino al gusto di nocciola"; altri eleganza interna, complessità e compostezza che solo i veri intenditori riescono a scoprire e gustare ed è pertanto da considerare vino aristocratico, ricercato e superbo, uno dei più fini d'Italia .
Il Fiano si presenta comunque come un bianco longevo con una vinificazione tecnica e delicata che accetta l'invecchiamento traendone vantaggio e che presenta una varietà aromatica di mela, banana, tiglio, rosa, nocciola, miele, tale da renderlo uno dei pochi vini italiani sposabili con i frutti di mare. Oggi ha avuto anche il riconoscimento della denominazione di origine controllata e garantita. L'area di produzione comprende ventisei comuni tutti in Irpinia.

Cenni storici


Il GRECO di Tufo trae il suo nome dall'omonimo vitigno che sembra avere origine dal gruppo delle aminee e precisamente l'aminea Gemina, viti greche cantate nelle sue lodi dallo stesso Virgilio.

Il vitigno Greco, pur avendo avuto intensa coltivazione in tutta la Campania, oggi risulta ampiamente diffuso in Irpinia e più precisamente a Tufo e comuni limitrofi.

Dai primi del '900 il suo successo in Irpinia è stato crescente ed oggi la definizione più appropriata degli esperti per tale vino sono: "color giallo paglierino lucido, bouquet folto, continuo, soave, sapore secco senza asperità, profumo intenso ed altre caratteristiche organolettiche che lo rendono uno dei migliori prodotti della ricca produzione enologica italiana".

Cenni storici


Dagli anni settanta, il vino ha conquistato con successo il mercato interno ed internazionale che hanno esaltato la sua qualità tanto da renderlo, come viene da qualcuno definito, "inconfondibile per la sua elevata ricchezza di tannino".
Altri ne denotano le qualità riconoscendo "un'elevata complessità e miscuglio di odori e sapori, alcuni veramente rari nei vini bianchi, come i fiori interamente profumati di frutti maturi o fermentati soprattutto mele e fragole".
Altri ancora ne riconoscono "una complessa personalità con aromi di mela, cotogna, sambuca, crema pasticcera e leggera mandorla".

I grandi chef lo abbinano a risotti con funghi porcini, cannelloni al forno, dentice al rosmarino e pepe verde, filetti di dentice ed altri pesci pregiati.

Cantina


La cantina Vigna Villae in TAURASI si trova nel Comune di Taurasi, ad un Km fuori dal centro abitato nella Strada Provinciale che collega Taurasi e Sant'Angelo all'Esca. La cantina è sita nella Contrada Pesano, zona nobile per la produzione del TAURASI DOCG. Il paesaggio, molto bello e tipico della verde Irpinia, è quello di spaziose colline dove fanno capolinea i comuni di Fontanarosa, Torre Le Nocelle, Montemiletto e Taurasi.
La cantina immersa nel vigneto di proprietà dell'azienda, in contrada Pesano, è composta da una casa colonica e da un fabbricato di circa 450mq su due livelli, uno fuori terra e l'altro a circa sei metri sotto il livello della strada. Sul piano terra vengo svolte tutte le lavorazioni, mentre la conservazione dei prodotti per l'invecchiamento viene effettuato nel piano sottostante che è a tutti gli effetti la bottaia. La sala degustazione è sita nella vecchia cantina della casa colonica, adibita ad ufficio.
I vini vengono fatti fermentare nella cantina in vasche di acciaio a temperatura controllata e poi affinati in botti di legno o barriques conservati in una bottaia interrata ed isolata termicamente a circa sei metri sotto il livello del terreno. L'ultimo affinamento viene fatto in bottiglia, per almeno sei mesi, prima della commercializzazione.
La raccolta delle uve rosse inizia la quarta settimana di ottobre e si protrae fino alla prima settimana di novembre. La lavorazione di tali uve avviene entro due ore dalla raccolta.
La raccolta delle uve bianche viene effettuata nella seconda quindicina del mese di ottobre e vengono lavorate entro cinque ore dalla raccolta.

Vigneti


 

La cantina Vigna Villae in TAURASI per i rossi e i rosati utilizza esclusivamente uva coltivata nei terreni di proprietà siti nel Comune di Taurasi. Tali terreni sono tutti regolarmente inseriti nel catasto vitivinicolo per estensioni atte a produrre uva aglianico da vinificare per TAURASI DOCG. I vigneti di proprietà, pari a circa 6,5 ha sono siti nelle seguenti contrade di TAURASI:


- Contrada Pesano, vigneti impiantati nel 1990


- Contrada Carazita, vigneti impiantati nel 1996


- Contrada Pezze de' Preti, vigna degli anni settanta


- Contrada Paludisi, vigneti impiantati nel 2006


- Contrada Case d'Alto, vigneti impiantati nel 2005

Photo Gallery


Vini


Distribuzione


Scopri dove è possibile gustare i nostri vini!

Lavora con noi


 

 

Cerchiamo rappresentanti e distributori per le regioni Lombardia, Liguria e Piemonte.

Gli interessati possono contattare direttamente la ns. Sede, inviando una email all'indirizzo info@vignavillae.it oppure chiamando lo 081.551.93.96

Contatti


 

 

Per eventuali informazioni e chiarimenti e per visite guidate in cantina, potete contattarci come di seguito indicato oppure scrivere un'email a info@vignavillae.it:

 

Ufficio Amministrazione e Marketing
081.551.93.96

----------------------------------------------------

Agenzia per la Scandinavia
Goran Milovac General agent
Phone (+46 766318877)

Bibebant Scandinavia AB
PO Box 230
S-751 04 Uppsala
Sweden


.